Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata scuola

Progetti

LogoOlimpiadiFisica

OLIMPIADI DI FISICA 2020

Gara di II livello presso il Dipartimento di Fisica - Università della Calabria

A seguito della gara di primo livello che si è svolta presso la nostra scuola, si sono qualificati per la gara di secondo livello i sottoelencati studenti:

Codice

Cognome

Nome

Classe

M/F

Punti

Gara 2° Liv

P003

CRUSCO

SAMUELE

5 A

M

94

Titolare

P002

PINNOLA

LUCA

5 A

M

93

Titolare

P008

IZZO

GIUSEPPE

5 B

M

74

Titolare

P015

SCARFONE

STEFANO

4 B

M

73

Titolare

P001

DE FRANCO

MARTINA

5 B

F

72

Titolare

P006

DI DIEGO

GIANLUCA

5 B

M

70

Riserva

La gara di secondo livello  si svolgerà presso il Polo di Cosenza il 19 febbraio 2020 (mercoledì), con inizio alle ore 9:00.

Gli studenti saranno accompagnati dalla Referente prof.ssa Gemma De Rosa. Congratulazioni agli studenti da parte di tutta la comunità scolastica.

GIOCHI MATEMATICI DEL MEDITERRANEO

A seguito della finale d'Istituto del 13/12/2019 e sulla base del Regolamento che prevede l'ammissione alle gare provinciali il 4% dei partecipanti alla finale d'istituto, salvo ripescaggi, si sono classificati per le classi prime, categoria S4, i sottoelencati studenti:

GRECO CHIARA  1A

MANCO ARTURO 1C

ASTORINO MICHELLE 1C

GALIANI SALVATORE 1C

Per le classi seconde, categoria S5, si sono classificati gli studenti:

MANDATO GIUSEPPE 2A

VITTORINO MARCO SALVATORE 2ASAP

CRESCENTE PAOLO 2BSAP

Al fine di consentire un adeguato allenamento per le gare provinciali, a breve sarà implementata una classe virtuale in cui la Referente del progetto inserirà problemi e esercizi per l'allenamento. Nella classe si attiverà anche un forum per la discussione e il confronto sulle risoluzioni dei problemi proposti.

Congratulazioni agli studenti e buon lavoro!

 

 

 

 

 

Gli ottanta studenti delle classi del biennio, indirizzo Scientifico e Scientifico Scienze Applicate, che si sono qualificati alla finale d'Istituto della competizione "Giochi matematici del Mediterraneo" promossa dall'Accademica Italiana per la promozione della Matematica, oggi 13 dicembre 2019, gareggiano per la qualificazione Provinciale. Il Metastasio promuove lo studio della matematica non soltanto come disciplina di studio ma come strumento per sviluppare il pensiero critico e creativo. La matematica è importante nella vita, è l'occhio della mente, la pratichiamo spesso inconsapevolmente. Compito della scuola è fornire gli strumenti giusti per fare entrare la matematica non solo nella mente degli studenti ma anche nei loro cuori! Le sane competizioni aiutano a perseguire tali traguardi. Gli studenti delle prime dovranno risolvere dieci problemi in 90 minuti e quelli delle seconde ne dovranno risolvere 15 in 2 ore. In bocca al lupo ragazzi!!!

giochi matematici

Giochi Matematici del Mediterraneo

GIOCHI MATEMATICI DEL MEDITERRANEO

Venerdì 13 dicembre 2019 si svolgerà la finale d'Istituto dei Giochi matematici del Mediterraneo. Hanno partecipato alla prima selezione d'Istituto  tutte le prime e tutte le seconde. Si sono qualificati per la finale d'Istituto, sezione S4, 45 studenti delle prime e per la sezione S5 35 studenti delle seconde. In allegato gli elenchi. 

Gli studenti delle prime classi, categoria S4, dovranno rispondere a 10 quesiti in 90 minuti. La prova si svolgerà nel laboratorio di informatica al primo piano dalle 11:05 alle 12:30.

Gli studenti delle seconde classi, categoria S5, dovranno rispondere a 15 quesiti in 120 minuti. La prova sarà svolta nel laboratorio di informatica al primo piano dalle ore 8:05 alle 10:05. 

I docenti delle classi di appartenenza degli studenti classificati sono pregati di favorirne la partecipazione.  

Il Responsabile del progetto

L. Barbieri

sport

GIOCHI MATEMATICI DEL MEDITERRANEO

A.I.P.M.

Accademia Italiana per la Promozione della Matematica

«Alfredo Guido»

L’A.I.P.M. «Alfredo Guido» (Accademia Italiana per la Promozione della Matematica) nasce nel 2010 da un gruppo di docenti di matematica della Scuola Primaria e Secondaria di 1° grado con esperienza pluriennale nell’organizzazione di Giochi Matematici. Il nome di “Accademia” non è casuale. Esso vuole esprimere la ferma volontà dei soci di studiare e approfondire i temi riguardanti la Matematica e metterli a disposizione di chiunque.

La motivazione molto forte, l’amore per la Matematica e la sua promozione tra gli studenti e la voglia di organizzare gare, connessa ad una richiesta pressante da parte di parecchi docenti e non pochi dirigenti scolastici di proseguire sulla strada iniziata anni fa e alla richiesta di collaborazione per corsi di formazione sulla didattica della matematica da parte di istituzioni scolastiche e gruppi di ricerca universitaria, ha fatto sì che alcuni Docenti dell’Accademia si “specializzassero” in questi settori.

Nascono così i Giochi Matematici del Mediterraneo (GMM): un libero concorso riservato a tutti gli allievi delle scuole primarie (limitatamente alle classi 3°, 4°, e 5°), secondarie di 1° grado e secondarie di 2° grado (limitatamente alle classi del biennio), pubbliche, paritarie e private, italiane o di altri paesi.

Essi si prefiggono lo scopo di mettere a confronto fra loro allievi di diverse scuole che, gareggiando con lealtà nello spirito della sana competizione sportiva, sviluppano atteggiamenti positivi verso lo studio della matematica. I giochi offrono, inoltre, opportunità di partecipazione ed integrazione e di valorizzazione delle eccellenze.

Il Metastasio partecipa alle gare con gli studenti del biennio. In allegato la classifica degli studenti ammessi a seguito della prima gara d'Istituto. 

La fase finale d'Istituto si svolgerà il 13 dicembre prossimo. Forza ragazzi e ragazze!

https://www.accademiamatematica.it/

 

Allegati:
Scarica questo file (AIPM _ Elenco ammessi S5.pdf)AIPM _ Elenco ammessi S5.pdf[ ]104 kB
Scarica questo file (Elenco ammessi S4.pdf)Elenco ammessi S4.pdf[ ]106 kB

ioleggo

VERSO FIRENZE SULLE NOTE DI BOCCACCIO

 Non spero mai di tal noia (fare poesia) guarire”. Nel leggere quest’espressione si comprende a pieno la dedizione dell’autore alla poesia, l’arte di far vivere emozioni attraverso l’uso della parola. La mano che ha scritto questa frase è la stessa che ha dato vita a novelle conosciute in tutto il mondo, grazie alle quali il nostro animo si è appassionato sempre di più alla letteratura italiana: la mano è quella di Giovanni Boccaccio. L’illustre poeta e scrittore italiano, nato a Certaldo, ha ispirato centinaia di ragazzi, che attraverso lo studio della sua poetica, hanno imparato ad amare la scrittura e si sono dilettati nella composizione di svariate tipologie di testi. Proprio a loro è rivolto il premio letterario Boccaccio, nato con lo scopo di assegnare un premio ad uno scrittore italiano con particolari meriti per la sua produzione letteraria.  Ogni anno, infatti, con il patrocinio di molti comuni toscani e in collaborazione con il MIUR, viene istituito un concorso letterario, che dà la possibilità a scrittori emergenti di inviare la propria composizione all’associazione con sede nel capoluogo toscano, che la sottoporrà al giudizio di una giuria di esperti, i quali valuteranno l’originalità e la padronanza linguistica dell’elaborato.

Anno dopo anno, nuovi ragazzi si affacciano allo studio delle opere di Giovanni Boccaccio e, attraverso l’analisi dettagliata dei testi, sorge spontaneo tra i banchi di scuola un sentito interesse verso colui che ha donato prestigio alla cultura italiana e che ha lasciato un’eredità letteraria immensa proprio ai giovani, i quali hanno l’opportunità e la fortuna di farne tesoro.

Fra questi ragazzi, che hanno deciso di non mettere da parte le nozioni apprese, bensì di trasformarle in competenze, si sono distinti gli studenti della classe III B, ora IV B, del Liceo Scientifico “Pietro Metastasio” di Scalea, diretto dalla preside Laura Tancredi. Gloria, Angelica, Paolo, Filippo, Emanuele, Pasquale, Miriam, Dino, Stefano, Gabriele, Thomas, Giulia, Melissa Iris, Andrea, Tecla, Irene, Francesco, Sara, Mario si sono lasciati trasportare dalla lettura dell’opera più nota dell’autore, il Decameron, e hanno deciso di partecipare al premio letterario “Boccaccio Giovani”. Quest’ultima edizione, la settima,  proponeva un tema che facesse emergere “il potere della musica nel descrivere la vita”. I ragazzi della III B, guidati dalle professoresse Angela Giovanna Germano e Giovanna Marsiglia, hanno dato vita alla loro capacità creativa nella stesura di una novella, spaziando tra le varie tematiche care all’autore, i luoghi in cui egli spesso ambientava le proprie composizioni, i personaggi appartenenti a ceti sociali tipici del suo tempo. Sono stati in grado, inoltre, di giostrare con termini appartenenti a un’epoca molto lontana dalla loro e di riutilizzarli in modo da poter conferire alla novella il giusto brio. Si sono calati nei panni dei protagonisti delle novelle di Boccaccio e hanno fatto proprio l’ambiente e la società del periodo storico in cui visse l’autore, per poter creare un contesto adatto alle vicende che volevano narrare. Non si sono fatti mancare nulla: la musica, così come richiesto dal tema del concorso, è stata la loro ispirazione, hanno composto quindi un’armoniosa e dolce melodia, che funge da accompagnamento alla lettura della novella.

Angelica Di Giorno

Durante una tranquilla e gioiosa sera d’estate, che per puro caso i ragazzi stavano trascorrendo insieme, il loro impegno e la loro dedizione sono stati gratificati: è stato annunciato loro che fra tutte le proposte pervenute da ogni parte d’Italia la loro novella è stata selezionata dalla giuria di esperti per la qualificazione alle finali. Sono stati, dunque, invitati alla premiazione che si terrà il 12 ottobre 2019, in una location a dir poco prestigiosa, Palazzo Vecchio a Firenze, luogo intriso di cultura, storia e arte da mozzare il fiato. Proprio in quell’occasione, a tenere una lectio magistralis sul potere della musica che si fonde con la poesia ci sarà niente poco di meno che Mogol.

Non ci resta altro, quindi, che fare un grande in bocca al lupo ai ragazzi, ricordando a tutti, per dirla con Hermann Hesse, che “per chi trae diletto da una lingua viva e bella, leggere il Decamerone non è dissimile dal vagare tra alberi in fiore e bagnarsi in acque purissime”.

9 settembre 2019 arriva la notizia che la classe 3B (2018-19) ora 4B è tra i primi dieci classificati

 

12 ottobre 2019, gli studenti della 4B sul podio insieme alle prof. Germano e Marsiglia.

podio

 

boccaccio

Foto con Mogol

boccaccio00

Premio speciale della giuria

Congratulazioni agli studenti e alle docenti Germano e Marsiglia da tutta la comunità scolastica. Ad maiora!

Lo scorso anno era stato premiato lo studente Francesco Di Cristo della classe 5A. In questa edizione è stato lui a consegnare i premi ai primi tre classificati.

fradi

 

marcodimarco

Marco Di Marco, ex alunno del Metastasio, tra i 300 bravissimi dell'Alma Mater di Bologna. Leggi articolo

Marco è quello con la giacca azzurra nella foto degli studenti premiati della facoltà di Scienze a cui afferiscono Matematica, Fisica, Chimica, ecc... 

Ad Maiora semper... Marco! Il Metastasio è orgoglioso dei tuoi successi.

Ultime Circolari e Avvisi

Ultime comunicazioni scuola-famiglia